Grafologo e Consulente di Direzione ed Organizzazione Aziendale

L’analisi di clima e lo stress da lavoro

La maggior parte dei problemi sul posto di lavoro è collegata alle relazioni interpersonali e a scontri tra personalità diverse. Temperamento, attitudine e comportamento sono tanto importanti quanto le qualifiche e le competenze professionali.

Un’azienda con un buon clima è un gioiello di efficienza e di vitalità. In un’azienda con un buon clima il turnover è basso così come l’assenteismo e le malattie. In un’organizzazione così ogni situazione viene gestita con facilità e con il vantaggio di tutti. Ma quelle che possono vantare di avere un ottimo clima sono poche. Così come, per fortuna sono poche quelle con un clima pessimo. Il più delle volte ciò che si può dire del clima di un’organizzazione è “nel complesso buono anche se”.

Affinché l’azienda sia pronta a rispondere alle esigenze del mercato con una struttura snella, con persone responsabilizzate e capaci di decidere il da farsi in ogni occasione, è necessario partire dall’analisi di come le persone “vivono” all’interno dell’azienda.

Tutte le imprese e le organizzazioni, grandi e piccole con almeno un dipendente, devono programmare e avviare la valutazione dello stress correlato all’ambiente di lavoro; lo prevede l’articolo 28 del Dlgs. 81/08 (Testo unico). Si tratta di una malattia che coinvolge in Europa 40 milioni di lavoratori, con costi di assenteismo e di cura oltre quota 20 miliardi di euro.

Questa condizione interessa quasi un lavoratore su quattro e dagli studi condotti emerge che una percentuale compresa tra il 50% e il 60% di tutte le giornate lavorative perse è dovuta allo stress. Ciò comporta costi enormi in termini di disagio umano e pregiudizio del risultato economico aziendale.

Affrontare il problema dello stress da lavoro può portare ad una maggiore efficienza e ad una migliore salute e sicurezza sul lavoro, con il conseguente beneficio economico e sociale sia per le imprese che per i lavoratori.

Una consulenza mirata può fornire al lavoratore dei validi strumenti per riuscire a determinare e ad affrontare i fattori che generano stress, riconoscendo e sfruttando le modalità individuali di fronteggiamento delle situazioni stressanti; si parte da un’analisi dell’ambiente esterno, delle relazioni, per arrivare infine alla conoscenza di sé stessi, per apprendere specifiche tecniche per gestire lo stress e migliorare il benessere personale.

Un’analisi di clima condotta con l’applicazione dell’Analisi Grafologica permette di conoscere la situazione dell’organizzazione in tempi contenuti, individuando le eventuali cause del malessere organizzativo e correlandole rapidamente alle criticità, così da impostare un piano per introdurre con successo la Qualità Totale in azienda.

La consulenza grafologica può essere, in taluni casi, efficacemente affiancata dall’esperienza di uno psicologo-psicoterapeuta. Nelle situazioni in cui si riscontrasse una maggiore efficacia in un’attività condotta in collaborazione tra psicologia, grafologia e psicoterapia, le consulenze e gli interventi svolti con la D.ssa Monica Zaffanella, psicologa-psicoterapeuta ad indirizzo cognitivo comportamentale, hanno portato ad una gestione efficiente della tematica all’interno delle organizzazioni. Dall’intersecarsi delle due tipologie diagnostiche e delle due modalità di intervento sullo stress tramite azione di training, si ottiene il potenziamento delle competenze professionali individuali a beneficio del lavoratore e dell’azienda stessa.
I diversi contesti lavorativi e le diverse potenziali criticità evidenzieranno quando sarà più opportuno l’intervento a matrice grafologica o psicologica, e la conseguente tipologia di training, oppure un’equilibrata sintesi di entrambe le discipline.
L’obiettivo comune diviene quindi quello di una realizzazione dell’individuo che all’interno dell’organizzazione porti a qualità e vigore.